Parrocchia di san castrese a castelvolturno

Parrocchia di San Castrese a CastelVolturno

Parrocchia di San Castrese a CastelVolturno

Piazza Annunziata, 81030, CastelVolturno (CE)

La Parrocchia di San Castrese a Volturno, meglio nota come Chiesa dell’Annunziata, è la parrocchia principale del comune di CastelVolturno; il suo sito è visitabile qui

Castello e Borgo hanno conservato nei secoli i limiti urbani e l’impianto originari: ne fanno parte l’arco del ponte domizianeo e le grosse mura perimetrali, costruite con i basoli di roccia dell’antica via Domiziana e blocchi di travertino e tufo, e l’impianto delle stradine perpendicolari alla piazzetta principale (Largo S. Castrese vicino Piazza Annunziata), a modello dei castra romani.

La Parrocchia di San Castrese o dell’Annunziata viene edificata nel 1500, ma subisce svariati danni nei secoli XVI e XVII. La versione odierna risale al ‘700, con vari interventi di espansione effettuati negli ultimi due secoli.

La facciata della chiesa è a capanna, preceduta da un portico. La parte superiore, tripartita, presenta al centro due aperture, una rotonda nel timpano triangolare e, sotto questa, un’ampia finestra ad arco, sui vetri della quale è raffigurata la scena dell’Annunciazione. Parrocchia di san castrese a castelvolturno
Il portico di ingresso è a tre arcate frontali e altre due laterali, chiuse da cancelli in ferro a due ante del 1886. L’arcata centrale è più ampia e alta e quelle ai due lati sono sormontate da due finestre ovali. Sotto il porticato, sul lato sinistro, è posta una lapide di marmo del 1995, che riporta tutti i nomi dei vescovi e dei parroci che hanno retto nei secoli la parrocchia.

L’interno della chiesa è ad unica navata, con transetto.
L’accesso è mediato un nartece rettangolare, con un ulteriore portone centrale a due battenti più due porte laterali, che immettono nella chiesa vera e propria. A sinistra vi è un piccolo ingresso che immette nella scala a chiocciola conducente all’organo e alla cantoria.
Le pareti della navata sono ritmate da otto arcate, quattro per lato, sei delle quali ospitano un altare in marmo. Nella prima arcata priva di altare si trova un dipinto di San Rocco, mentre gli altari delle successive tre arcate hanno quadri raffiguranti San Giuseppe, il Battesimo di Gesù e la Madonna di Pompei. Sulla parete destra si trovano dipinti con il Volto santo di Cristo, la Madonna del Carmelo tra le anime del Purgatorio e San Castrese; segue un pulpito in legno dorato.

Nella chiesa si trovano alcuni sepolcri di personaggi locali. Sul lato sinistro della chiesa, prima di arrivare alla porta che immette nel campanile, si trova la lastra tombale di Cesare Figliano. Il bassorilievo è racchiuso da un bordo istoriato di fiori e foglie stilizzate, il corpo del defunto giace raffigurato disteso sul letto di morte sul lato sinistro. Il braccio sinistro è piegato sotto la testa e questa, rivolta verso l’altare, riposa adagiata su un cuscino. L’abbigliamento è quello spagnoleggiante del Seicento e mostra un’attenta cura per i particolari quali scarpe, bottoni, fiocchi, ricami e il rosario che stringe la mano destra.
Nella sagrestia si trovano altri due sepolcri.

TecnoArt ha curato nei minimi dettagli l’impiantistica elettronica e le componenti di arredo liturgico della Parrocchia. Il sistema di diffusione sonora è di ultima generazione, permettendo un controllo digitale centralizzato del suono tramite Pc e Smartphone. Inoltre, la Parrocchia è dotata di un sofisticato sistema di sicurezza per proteggere da intrusioni e furti l’antica Chiesa.

Ammirandone brevemente nella sua attività quotidiana, si può intuire immediatamente la cura che il nostro staff profonde nella realizzazione di un simile progetto.

Parrocchia di san castrese a castelvolturno

Fonte: Wikipedia, sito parrocchialeladuna.it